Videogioco.it
Home Giochi Piccoli Ludici Scuola e Formazione Marketing e Comunicazione Trova Posta Comunita Forum News
 



Anno 14 - Numero 106 Gioco.it - Reg. n. 5099/2001 - Tribunale di Firenze Giovedi 17 Aprile 2014
     
 
Trova una notizia
Cerca fra le notizie

Ricerca temporale:

Ultime notizie
Mostra
Giochi da tavolo  Invia ad un amico
PREMIO ARCHIMEDE 2004
Il PREMIO ARCHIMEDE 2004 Ŕ bandito da studiogiochi ed ha per tema l'ideazione di un gioco da tavolo.
segue
 
Giochi di ruolo  Invia ad un amico
Vercelli Gioca!!!
Due giorni di Giochi, Eventi e Dimostrazioni in quel di Vercelli
segue
 
Giochi da tavolo  Invia ad un amico
Giochiamo con le bustine di Zucchero!!!!!!
E' indetta la seconda edizione del concorso sug@r(T)_Play!!!
segue
 
Giochi da tavolo  Invia ad un amico
Tornano i Coloni di Catan
Tre milioni di copie vendute in Europa ne hanno fatto un classico, ed ora arrivano le espansioni
segue
 
Giochi di ruolo  Invia ad un amico
Kaos per Kaos
Una notizia che ha sconvolto i collaboratori stessi della rivista Kaos
segue
Previsioni del tempo libero

Marco Donadoni ci parla dell'International Team

Un disegno di Coelo per VII Legio Marco Donadoni ha scritto molti giochi: alcuni di questi, che non si trovano pi├╣ in commercio, sono stati fondamentali per la mia educazione di giocatore. In particolare, ricordo come una vera scoperta VII Legio, un gioco di ambientazione fantascientifico-romana (le astronavi erano comandate da centurioni della settima legione, che esploravano la galassia per colonizzare pianeti, stringere nuove alleanze, eccetera. Le illustrazioni, splendide, erano di un quasi esordiente Silvio Cadelo) che anticip├▓ in Italia il gioco di ruolo di qualche anno. Oltre a VII Legio, ricordo Medici, Rally, Zargo's Lords (vedi in questo stesso speciale l'intervista a un altro fan, Angelo Porazzi), Mafia, Odissey (altro grande esordio alle illustrazioni, di Enea Riboldi, adesso fumettista per Bonelli), e moltissimi altri titoli. La sua casa si chiamava International Team, e ha accompagnato i giocatori italiani per quasi vent'anni con un catalogo ricchissimo.
Ancora oggi Donadoni si occupa di giochi, attraverso la Premiata Fabbrica di Idee, fondata insieme con Matteo Rosa, suo storico socio.

Marco mi ha dato appuntamento su una astronave piccola ma dotata di tutti i comfort. Come mi spiega sull'invito elettronico accluso, il signor Kroll, legittimo proprietario, ├Ę andato in vacanza per qualche giorno. Quindi ├Ę un posto tranquillo per sedersi e chiacchierare in pace. Ho qualche dubbio, ma non posso davvero rifiutare.

"Marco, anzitutto grazie di aver accettato di rispondere a qualche domanda. Mi piacerebbe far sapere a chi ha incontrato le belle scatolone della International Team qualcosa di più sulla sua storia, e meravigliare i giocatori attuali con l'esperienza di una casa editrice italiana che pubblicava da 4 a 10 giochi di strategia e da tavolo l'anno, con regolamenti in quattro lingue e grafica di alta qualità. Come racconteresti agli uni e agli altri la vostra esperienza?"

MD: Fantastica follia? O voglia assoluta di credere che lavorare su quello che pensi giusto e bello alla fine ti faccia poi anche mangiare? O ritrovarsi in un gruppo di persone che fanno business plan anche in base alle risposte del bicchierino sul tavoliere con le letterine? O impegnarsi anche saltando uno, due, tre stipendi lavorando dodici, sedici ore al giorno? O passare ore a chiacchierare sul fatto che la biscia gigante si ├Ę rintanata nella gabbiola del cancello che apre la ditta e nessuno ha il coraggio da aprirla per vedere se ├Ę vero? O caricare uno stand per la fiera di Norimberga su un furgoncino e guidare fino a Norimberga e montare lo stand a Norimberga e mangiare w├╝rstel e crauti dal baracchino fuori dalla fiera di Norimberga per sette giorni su sette? O fare feste di Natale e di primavera e di autunno tutti insieme per il piacere di darsi i regali? O sbattersi in catena di montaggio tutti tutti tutti quando c'├Ę l'ordine, e andare tutti tutti tutti dal gelataio di Mazzo di Rho (provincia di Milano) quando non ci sono ordini? O inventarsi grafici, PR, contabili, autisti, coreografi, giornalisti, insomma dare il massimo comunque quando pensi che serva perch├ę sei contento di fare quello che stai facendo?
Insomma, la IT era un'aziendina cartotecnica un po' banale, non saprei proprio trovare le parole per raccontare quella esperienza┬ů





1 2 3 4


>>
Login
Nick  
Password
Se sei un nuovo utente REGISTRATI!
Sommario

 A volte ritornano

 Colombini: il primo creatore di adventure italiane

 Ciro Sacco racconta i ventisette anni di D&D

 Andrea Angiolino, da sempre in gioco

 Intervista a Spartaco Albertarelli

 Intervista a Angelo Porazzi, ideatore di Warangel

 Marco Donadoni ci parla dell'International Team

 Barbie la Reginetta del Ballo

 A caccia di giochi rari

 Di Giorgio ci guida fra i Reperti Riaperti

 A che giocavo

 Emulazione e retrogaming: intervista allo staff di Emuitalia

Suggerimenti

 
 
Note legali - © 2001-2003 Bluefactor
Per la pubblicitÓ su questo sito contattate Bluefactor